Cosa sono gli HR Analytics?

 

Testata giornalistica registrata reg. al Trib. di Milano (n° 29 del 30/01/2014)

Direttore Responsabile Marina Verderajme

Cosa sono gli HR Analytics?

Il mondo delle risorse umane sta attraversando un momento di trasformazione e sono richieste sempre nuove figure professionali nate dall’evoluzione delle tecnologie e la rapida espansione di tematiche di AI, Machine Learning e Big Data.

 

DEFINIZIONE HR ANALYTICS

 

Ma chi, o cosa, sono gli HR Analytics? Niente paura, non sono dei Robot! Niente a che vedere con strane macchine capaci di processare milioni di curricula in pochi minuti!

 

Con HUMAN RESURCERS ANALYTICS si intende l’applicazione di modelli e soluzioni di Data Intelligence capaci di integrare elementi qualitativi e dati quantitativi attraverso modelli matematici e statistici.

 

Si tratta dunque di adottare all’interno degli uffici HR un’evoluzione, passando dalla tradizionale attività di monitoraggio dei dati aziendali a posteriori a un’ottica di previsione e quindi di valutazione a priori. L’obiettivo è quello di sondare e conoscere la composizione della forza lavoro al fine di prendere le migliori decisioni nel momento più idoneo. Per sviluppare soluzioni di questo tipo facciamo riferimento alle componenti di un qualsiasi progetto di Data Intelligence ovvero: obiettivi, analytics capabilities, metodologie, dati e tecnologie.
Un approccio analitico ci permette di fornire delle metriche e di conseguenza informazioni applicabili in vari settori. Diventa dunque lo strumento più semplice e veloce per ottenere tutte le informazioni sui principali fenomeni del personale attraverso indicatori che ci aiuteranno a valutare in maniera oggettiva qualità legate alle risorse umane come:

 

  • Migliorare i processi per sollevare dall’operatività le risorse e assegnarle ad attività di più alto valore
  • Riconoscere i talenti
  • Abbassare il turnover aziendale
  • Prevenire esigenze formative dei propri collaboratori
  • Selezionare e assumere nuove figure mirate e funzionali al proprio business

 

Questi e molti altri fattori interni alle organizzazioni attraverso la Human Resources Analytics diventano dati oggettivi, quantificabili e misurabili che possono essere trattati con soluzioni altrettanto calcolate a priori. Grazie all’ausilio della tecnologia si forniscono analisi standardizzate e condivise e le informazioni raccolte, sia in fase di redazione che di valutazione, sono epurate da qualsiasi interpretazione non oggettiva. Va da sé che un approccio di questo tipo diminuisce considerevolmente il rischio per le aziende di fare interventi imprudenti sulle proprie risorse con il rischio che con il tempo si rivelino poco fruttuosi o addirittura fallimentari.

Questa nuova frontiera del mondo delle risorse umane non deve però essere vista come poco “umana” in quanto permetterà agli HR di concentrarsi su azioni preventive e ridefinire il proprio modello operativo mirando a un ciclo feedback-analisi-risposta immediato e costantemente iterato per generare miglioramenti continui nell’employee experience.

Articoli collegati

BACK TO WORK: un progetto di empowerment al femminile per supportare il rientro al lavoro di pazienti oncologiche
Job Farm incontra Boniviri: oltre la brand identity
Quali skills deve avere un Project Manager?
Parte il progetto “JOB IN JAMbellino”, per supportare i giovani dei quartieri Giambellino- Lorenteggio nella ricerca di occupazione
Clubhouse: Come funziona e come si accede al nuovo social network?
Parliamo di Risorse Umane con Raffaella Olivieri – HR Generalist del Gruppo DigiTouch
Le imprese culturali e i social network
Formazione a distanza – Il punto di vista dei formatori. Intervista a Lorella Riva
Come Fare un Annuncio di Testo Google Ads per Posizionarsi in Prima Pagina a cura di Valerio di Pietro
Arte e digitale: intervista ad Adamo Panessidi 
X