I trend digitali del 2020: quali strategie adottare per un vantaggio competitivo?

 

Testata giornalistica registrata reg. al Trib. di Milano (n° 29 del 30/01/2014)

Direttore Responsabile Marina Verderajme

I trend digitali del 2020: quali strategie adottare per un vantaggio competitivo?

Quale aspetto di una strategia attuare per ottenere un vantaggio competitivo? Ce lo dicono otto esperti del settore intervistati da Mailup, la piattaforma esperta di Email Marketing sempre aggiornata in merito i nuovi trend di mercato. È emerso che le parole chiave di questo 2020 sono “dati”, “interattività” e “User Experience”, in risposta alla precisa strategia di mettere al centro l’esperienza dell’utente e le tecnologie nate negli ultimi anni.

 

Jordie van Rijn, specialista di Email Marketing con oltre 13 anni di esperienza nel settore, spiega come l’AMP (Accellerated Mobile Page), per esempio, riesca a rispondere a questa necessità, portando nelle inbox di tutti noi maggior interazione. Grazie a questa nuova tecnologia, i brand ora possono lanciare campagne dove il destinatario può essere libero di sfogliare cataloghi di prodotti, prenotare viaggi e molto altro, il tutto direttamente nel corpo del messaggio, senza pertanto reindirizzare al sito web. Un enorme passo avanti a livello di User Experience, engagement e conversioni.

Operare in modo empatico sul singolo utente, guidando le sue aspettative di acquisto, si sta rivelando fondamentale nelle strategie di comunicazione e di marketing e strumenti come l’intelligenza artificiale e lo studio dei dati risultano essere la chiave per questo scopo anche se c’è ancora molto lavoro da fare per sfruttare al meglio le informazioni di cui siamo in possesso. I dati risultano infatti essere il filo rosso che lega tutte le varie parti del marketing: l’email, i social media, le transazioni online, i sistemi CRM, le app mobile e tutte le altre fonti di dati come il web analytics. “Parliamo dell’importanza dei dati ormai da anni – sostiene Cameron Keane, Digital Marketing Specialist-  ma ci ritroviamo con ancora molto lavoro da fare per sfruttare al meglio le informazioni di cui siamo in possesso”.

 

Investire in un percorso di formazione continuo dell’utente, anche grazie l’utilizzo delle nuove tecnologie, permette di avvicinarsi sempre più alle esigenze di mercato e coinvolgere maggiormente l’utente e il consumatore nelle sue scelte.

Autore: Marina Verderajme

Marina Verderajme
Presidente di Job Farm e Direttrice di Job Farm News, si occupa da oltre 15 anni di formazione, lavoro, risorse umane e innovazione. Dirige SportelloStage partner di Recruit srl, agenzia di intermediazione, e Ems società di consulenza HR.

Articoli collegati

Smart Working e colloqui online: come devono approcciarsi aziende e candidati?
Coronavirus e Smartworking: i primi dati del lavoro agile
Il Revenge spending in Cina: un nuovo futuro per l’economia?
IO Lavoro: un nuovo incentivo per le assunzioni di giovani
1001 stage, 1001 giovani, 937 imprese: presentazione dei risultati del progetto
Job Farm una community per il tuo talento
YOURSAY Voce ai giovani
F.ED.O.R.A: iscrizioni aperte per diventare manutentore di beni artistici
L’importanza della formazione continua nel digital marketing
Il progetto 1001 stage prosegue fino a febbraio 2020
X