L’importanza della formazione continua nel digital marketing

 

Testata giornalistica registrata reg. al Trib. di Milano (n° 29 del 30/01/2014)

Direttore Responsabile Marina Verderajme

L’importanza della formazione continua nel digital marketing

Nell’ultimo decennio le professioni operanti all’interno del settore Digital sono sempre più in aumento.

Si parla ormai di Digital Marketing strategist, Content Manager, SEO & SEM Specialist e chi più ne ha, più ne metta. Nuove figure specializzate, che hanno come obiettivo quello di raggiungere adeguatamente le esigenze ed aspettative del singolo, stanno ormai entrando nel mercato del lavoro e questi ruoli richiedono competenze sempre più mirate e soprattutto in costante aggiornamento.

Questo succede perché viviamo in un’epoca in cui la tecnologia non solo è parte integrante delle nostre vite, ma è anche in continuo miglioramento soprattutto per quanto riguarda la UX del consumatore. Le ricerche di mercato sono diventate ormai interamente digitali e negli ultimi anni sono emerse nuove tecnologie in grado di condividere con i marketer informazioni dettagliate e sempre aggiornate. Il “search/buying intent” è diventata la chiave per comprendere le esigenze del singolo, grazie all’analisi dei segnali che indicano quando un buyer è attivamente alla ricerca di un servizio o di un prodotto. Facendo leva su queste informazioni è diventato possibile segmentare il proprio database in maniera più accurata e attenta alle esigenze di ognuno. Grazie inoltre all’introduzione di chatbot e Data&Insight, per citarne solo alcuni, si può arrivare a conoscere attentamente il proprio target e prestare maggiore attenzione alle sue necessità.

 

La continua crescita di nuove professioni e di nuove tecnologie richiede pertanto un costante aggiornamento anche post laurea attraverso master di specializzazione in digital marketing, convegni e manifestazioni di settore. Quando si parla di qualità di risorse umane, non si può prescindere dall’elemento fondamentale che è rappresentato dalla formazione permanente del personale, vero e proprio “motore” dei processi di cambiamento e innovazione di ogni azienda.

Autore: Sara Lucini

Sara Lucini
Content Manager e Social Media Manager.

Articoli collegati

“La teoria delle tre P” per la valutazione e la selezione delle risorse umane.
La reazione delle imprese culturali al Covid-19: intervista a Laura Bugliosi – Responsabile Marketing Museo Bagatti Valsecchi
Quattro settori con opportunità di business e lavoro al tempo del Covid-19 grazie al digital.
Smart Working e colloqui online: come devono approcciarsi aziende e candidati?
Coronavirus e Smartworking: i primi dati del lavoro agile
Il Revenge spending in Cina: un nuovo futuro per l’economia?
I trend digitali del 2020: quali strategie adottare per un vantaggio competitivo?
IO Lavoro: un nuovo incentivo per le assunzioni di giovani
1001 stage, 1001 giovani, 937 imprese: presentazione dei risultati del progetto
Job Farm una community per il tuo talento
X