Il contributo dell’export per la crescita delle imprese italiane

 

Testata giornalistica registrata reg. al Trib. di Milano (n° 29 del 30/01/2014)

Direttore Responsabile Marina Verderajme

Il contributo dell’export per la crescita delle imprese italiane

L’export è da sempre un punto di forza per l’economia italiana, Paese che si contraddistingue da sempre per la qualità e la tipicità dei suoi prodotti, sempre più ricercati dai mercati esteri.

 

Una recente indagine Istat mostra una dinamica positiva dell’export italiano verso i paesi fuori dall’Unione Europea, in particolare verso Stati Uniti, Russia e stati membri dell’ASEAN: un dato rilevante e che fa riflettere molto sul futuro del nostro paese.

Più specificatamente, i paesi degli Emirati Arabi Uniti e dell’Arabia Saudita, si sono contraddistinti per essere i maggiori partner italiani quanto ad export, dato riportato da “DubaItaly.com” in seguito alla terza edizione dell’Annual Meeting – Italian Arab Business Forum, tenutosi in Ottobre 2019. Dal forum annuale è emerso che il valore dell’export italiano verso questi ultimi due paesi, nei primi sei mesi dell’anno, è di 12 miliardi di euro su un interscambio complessivo di 25 miliardi.

 

 

Da queste analisi emerge che il Middle East rappresenta un importante mercato di sbocco per le esportazioni dei prodotti italiani e per competere al meglio in un mercato così redditizio, ma complesso, Job Farm si mette in gioco e propone il Master di Specializzazione in Export Management – Middle East, patrocinato da Assocamere. L’obiettivo del corso è fornire gli strumenti necessari per rimodellare l’impresa, rendendola perfettamente competitiva anche in un altro mercato così lontano dal nostro, sia a livello economico sia a livello culturale.

Il focus sul mercato del Middle East e, più segnatamente, su quello emiratino, consentono di contestualizzare al meglio tutte le tecniche necessarie alla definizione di una strategia di internazionalizzazione efficace e immediatamente applicabile.

Autore: Simone Pivotto

Simone Pivotto
Responsabile Formazione e Comunicazione. Da sempre appassionato di nuovi media, opera come formatore in ambito HR e social media marketing. Coniuga il mondo del digital con quello delle risorse umane lavorando all’inserimento dei profili più giovani nel mondo delle professioni digitali.

Articoli collegati

I trend digitali del 2020: quali strategie adottare per un vantaggio competitivo?
IO Lavoro: un nuovo incentivo per le assunzioni di giovani
1001 stage, 1001 giovani, 937 imprese: presentazione dei risultati del progetto
Job Farm una community per il tuo talento
YOURSAY Voce ai giovani
F.ED.O.R.A: iscrizioni aperte per diventare manutentore di beni artistici
L’importanza della formazione continua nel digital marketing
Il progetto 1001 stage prosegue fino a febbraio 2020
Qual è il segreto del successo di un business?
Open Night: Nuovi percorsi e storie di successo degli alumni
X