Contrordine: diventare genitori aiuta a fare carriera

 

Testata giornalistica registrata reg. al Trib. di Milano (n° 29 del 30/01/2014)

Direttore Responsabile Marina Verderajme

Contrordine: diventare genitori aiuta a fare carriera

Diventare genitori, oltre a spingerci a ricercare un nuovo equilibrio tra vita privata e lavoro, ci porta ad acquisire nuove competenze e a fare carriera più rapidamente. Il tutto con evidenti vantaggi in termini di competitività per le organizzazioni nelle quali siamo inseriti. E’ quanto emerge da uno studio di Valore D e MAAM, che hanno dato vita all’Osservatorio Genitorialità.  Infatti, su 3.396 neogenitori (madri e padri con età media di 38 e 39 anni) con figli di età compresa tra 0 e 3 anni, ben il 22% occupa posizioni manageriali, di questi il 46% sono donne e il 54% sono uomini.

 

Lo studio mette, inoltre, in luce come i genitori con figli piccoli possiedano gli stessi tratti degli innovatori: il 44% dichiara di analizzare con più attenzione le situazioni per trovare soluzioni più efficaci, il 27% cerca soluzioni alternative con maggiore perseveranza (“mi adatto, improvviso, provo e riprovo”) e il 64% riferisce un migliore, più veloce ed efficace problem solving.

Autore: Simone Pivotto

Simone Pivotto
Responsabile Formazione e Comunicazione. Da sempre appassionato di nuovi media, opera come formatore in ambito HR e social media marketing. Coniuga il mondo del digital con quello delle risorse umane lavorando all’inserimento dei profili più giovani nel mondo delle professioni digitali.

Articoli collegati

YOURSAY Voce ai giovani
F.ED.O.R.A: iscrizioni aperte per diventare manutentore di beni artistici
L’importanza della formazione continua nel digital marketing
Il progetto 1001 stage prosegue fino a febbraio 2020
Qual è il segreto del successo di un business?
Il contributo dell’export per la crescita delle imprese italiane
Open Night: Nuovi percorsi e storie di successo degli alumni
Al via il progetto Fedora di ACTL – Corsi gratuiti nel settore arte e cultura
Il 29 ottobre 1001 Stage fa tappa a Firenze
Millenial e Fake: i social network prima fonte di (dis)informazione
X