I consigli per un curriculum vitae da Master Chef

 

Testata giornalistica registrata reg. al Trib. di Milano (n° 29 del 30/01/2014)

Direttore Responsabile Marina Verderajme

I consigli per un curriculum vitae da Master Chef

Nel mondo del lavoro è ormai prassi costruire i CV ad hoc per la propria posizione e il curriculum di uno chef non fa eccezione. Vediamo quali sono le informazioni assolutamente necessarie per scrivere un curriculum di successo.

IL RUOLO – Il ruolo è il primo dato da inserire nella descrizione del tuo precedente impiego, utilizzando il più possibile il linguaggio tecnico del mondo della cucina. Uno chef de partie è un ruolo ben preciso e nettamente separato da qualsiasi altro, così come lo è il pastry chef.

I SUCCESSI – I successi raggiunti in carriera sono importantissimi nel definire l’esperienza di uno chef. Più il tuo curriculum sarà dettagliato più potrai mettere in risalto le tue capacità e abilità.

LA FORMAZIONE – Non considerarla un’informazione di serie b. Per uno chef è importantissimo continuare a formarsi e aggiornarsi sui nuovi trend della cucina. Includi qualsiasi esperienza formativa, anche di breve durata.

PREMI – I concorsi vinti e i riconoscimenti sono il biglietto da visita perfetto. Non è una autocelebrazione, è un modo eccellente per comunicare le tue capacità, reali competenze e far vedere al tuo futuro capo che davanti ad una sfida non ti tiri indietro.

In qualsiasi lavoro, anche in quello dello chef, le soft skill sono fondamentali e vanno inserite nel CV. Tra le più importanti ci sono: le abilità comunicative, con i propri collaboratori e superiori. E’ importante inserire anche le lingue straniere, con il relativo livello raggiunto.

Infine, per dare valore e completezza alle informazioni inserite, è importante avere le referenze dei precedenti datori di lavoro, capi squadra o executive chef.

Autore: Sara Lucini

Sara Lucini
Assistente Comunicazione.

Articoli collegati

Le nuove frontiere della formazione gratuita
Il reclutatore virtuale: in Svizzera i primi test
Il primo anno di 1001 Stage – Il progetto di ACTL
La formazione continua? La vera “tutela” dei lavoratori
Hai il diploma e cerchi lavoro? Scopri le figure professionali più richieste
I laureati italiani faticano a trovare lavoro: penultimo posto in Europa
Dati Istat sul lavoro: in Italia occupazione in crescita ma non per tutti
Stage in Italia: istruzioni per l’uso
Design Contest – Sharing e Polifunzionalità degli spazi di lavoro e sociali: ha vinto “RE-CONNECTION”
Dote Unica Lavoro: modello di riferimento per le politiche europee e nazionali
X